Un itinerario alla scoperta dei più importanti monumenti barocchi di Lecce, da visitare con un unico biglietto: il Duomo con la sua cripta, il Palazzo dell’Antico Seminario col suo splendido chiostro e la cappella di San Gregorio Taumaturgo, il Museo d’Arte Sacra, la Basilica di Santa Croce e le chiese di San Matteo e Santa Chiara.

LeccEcclesiae, percorso realizzato in collaborazione con l’Arcidiocesi di Lecce, salvaguarda, valorizza e rende fruibili i principali beni ecclesiastici di Lecce garantendone l'apertura prolungata, i servizi di accoglienza e favorendo la migliore esperienza di visita.

UP! Un luogo inedito, un punto di vista unico, per ammirare Lecce e il Salento dalla sua costruzione più alta, il Campanile del Duomo. Alto 73 metri, apre le sue porte al pubblico per la prima volta.

La visita del campanile di Piazza Duomo sarà possibile grazie all'installazione di un vano ascensore all'interno della torre che consentirà ai visitatori di raggiungere il terzo registro della struttura, dove quattro balconi posizionati a 43 metri di altezza offrono una visuale a 360 gradi sulla città e sul mare Adriatico fino alle coste albanesi.

Opportuni supporti multimediali saranno a disposizione dei curiosi per riconoscere i principali punti di interesse del panorama, e gli operatori Artwork garantiranno assistenza e sicurezza alle visite che si svolgeranno con ingresso contingentato. 

I Misteri di Santa Croce sono un'installazione unica, capace di regalare emozioni e suggestioni indimenticabili, da vivere in un momento esclusivo in cui la Basilica di Santa Croce svela i suoi Misteri tra note musicali e silenzi, partendo dal buio e arrivando alla luce.

Un'installazione che rende possibile una fruizione innovativa della Basilica di Santa Croce attraverso l’utilizzo di un impianto domotico di illuminazione interna della chiesa, coniugando la tecnologia con architettura, arte, storia e spiritualità.

PARTNERSHIP

ArtWork è partner della Fondazione Apulia Digital Maker nella gestione per la fruizione turistica di Palazzo Vernazza, uno spazio multidimensionale nel centro di Lecce in cui dialogano storia, arte e innovazione.

Palazzo nobiliare e gioiello dell'architettura rinascimentale leccese, Palazzo Vernazza custodisce nelle sue fondamenta millenni di storia, testimoniati dai preziosi ritrovamenti archeologici che narrano la frequentazione del sito sin dall'Età del Ferro.

Proprietà della Fondazione Casa Bianca, che ha consentito un lungo intervento di recupero dell'edificio, oggi Palazzo Vernazza è uno spazio creativo polifunzionale che ospita anche l'ITS Apulia Digital Maker e realtà imprenditoriali, come Mediafarm, sintonizzate su un'unica mission: dare un impulso vitale d'innovazione alla valorizzazione del patrimonio storico e culturale.


ArtWork è partner del FAI nella gestione degli ingressi e delle visite dell'abbazia di Santa Maria di Cerrate, splendido esempio di architettura romanica pugliese impreziosita da importanti affreschi che ne fanno un unicum nel mondo bizantino.

Fondato tra la fine del XI secolo e l'inizio del successivo dal figlio di Roberto il Guiscardo, Boemondo di Altavilla, che vi insedia dei monaci italo-greci, il cenobio divenne uno dei maggiori centri monastici dell'Italia meridionale. Un tempo monastero con scriptorium e biblioteca, poi centro di produzione agricola specializzata nella lavorazione delle olive, dal 2012 è affidata in concessione al FAI.


ArtWork è partner del Comune di Lecce nella gestione estiva 2022 delle Mura Urbiche. Il monumento, unico tratto superstite della cinta muraria cinquecentesca costruita per volontà dell’imperatore Carlo V, sarà aperto al pubblico gratuitamente dal 23 giugno al 17 settembre, il giovedì, il venerdì e il sabato, in tre fasce orarie: alle 18, alle 19 e alle 20. Il ticket gratuito è disponibile esclusivamente online e previa prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento dei posti disponibili (30 persone per ogni turno).
ArtWork, d'intesa con la società Mediafarm, curerà le visite guidate, gratuite per scelta dell'Amministrazione comunale di Lecce, e si occuperà dell’accoglienza, della fruizione delle attrezzature multimediali e delle prenotazioni.
Alle Mura si accede da Via Leonardo Leo all’Infopoint, dove si può raggiungere, attraverso una passerella aerea, i camminamenti lungo i bastioni che si trovano a cinque metri e mezzo d’altezza. La visita si completa nei sotterranei interni al Bastione, dove – grazie agli allestimenti multimediali – si può apprendere la storia del complesso murario.